Scelta Civica
ITALIANI
PER PASSIONE
#italianiperpassione
    

Zanetti: "Rinuncio al ruolo di vice ministro al Mef"

"All'antipolitica delle conferme in blocco, preferiamo la politica"

"Di fronte a questo atteggiamento incomprensibile, non sono disponibile alla mia conferma quale viceministro al Mef: all'antipolitica delle conferme in blocco a prescindere, dei governi fotocopia dove l'unico che ha il coraggio di fare un passo indietro è Matteo Renzi, preferiamo la politica". Con queste parole Enrico Zanetti, segretario di Scelta Civica, ha reso nota la sua decisione di rinunciare al ruolo di vice ministro nel governo Gentiloni.

"All'indomani della formazione del Governo, i nostri gruppi parlamentari avevano chiesto al Presidente del Consiglio Gentiloni un chiarimento politico sulla nostra piena partecipazione alla maggioranza di governo, per tenere fede all'impegno assunto con il Capo dello Stato, durante le consultazioni, circa la nostra disponibilità a sostenere un governo in questa difficilissima fase di transizione", ha spiegato Zanetti, sottolineando: "Abbiamo atteso pazientemente in queste settimane, ma nessun chiarimento politico è arrivato. È arrivata invece la proposta di confermare la squadra dei sottosegretari e dei vice ministri, di cui faccio parte"

"Intendo continuare a lavorare sul piano politico e insieme agli amici di Scelta Civica e Ala per dare rappresentanza a quegli oltre tredici milioni e mezzo di italiani che il 4 dicembre scorso hanno votato Sì al referendum costituzionale, al quale abbiamo garantito un importante contributo con la costituzione dei comitati LiberiSì, raccogliendo la sfida riformatrice portata avanti da Matteo Renzi", ha rassicurato, confermando la posizione politica del gruppo: "Come già abbiamo fatto in occasione del voto sulle banche, garantiremo il nostro appoggio al Governo sui provvedimenti che riterremo utili al Paese".

Newsletter
Nome
Cognome
Email
CAP
Uomo
Donna
Scelta Civica
in Parlamento