Scelta Civica
ITALIANI
PER PASSIONE
#italianiperpassione
    

Bombassei ai capigruppo SC: "Rinviare ogni nomina a dopo l'Assemblea del 15 novembre"

Il vicepresidente vicario: "Se l'Assemblea confermerà la linea approvata dal direttivo, incontrerò i vertici dell'Udc per definire aspetti politici e giuridici della separazione consensuale dei gruppi parlamentari"

La comunicazione di Alberto Bombassei, vicepresidente vicario di Scelta Civica, ai presidenti dei gruppi parlamentari Scelta Civica per l'Italia alla Camera e al Senato:


Cari Presidenti, 

lo scorso 22 ottobre il Comitato Direttivo di Scelta Civica per l'Italia ha approvato a maggioranza una delibera di indirizzo politico, che intendo sottoporre all’Assemblea convocata secondo i termini statutari per il prossimo 15 novembre, e che mi affida il compito di incontrare “i vertici dell’UDC per definire gli aspetti politici e giuridici della separazione consensuale dei gruppi parlamentari di Camera e Senato”. 

Se l’Assemblea, che oggi è l’organo più rappresentativo della realtà politica di Scelta Civica per l'Italia, confermerà questo mandato, come Presidente sarò tenuto a procedere secondo questo indirizzo, che peraltro, come è noto, condivido. 

Penso dunque che fino ad allora nelle assemblee dei gruppi di Scelta Civica per l’Italia della Camera e del Senato è bene che non siano posti in votazione documenti e determinazioni, ivi compresa la revoca o nomina dei Presidenti e delle altre cariche previste nei rispettivi Statuti, che potrebbero predeterminare o aggravare le situazioni di contrasto. 

Spero che in questo conveniate con me: al di là degli aspetti giuridico-formali, che pure hanno la loro rilevanza, soprattutto in ambito istituzionale, è evidente che le rappresentanze parlamentari di Scelta Civica per l'Italia, se intendono continuare a qualificarsi come tali, siano tenute a rispettare l’indirizzo politico deliberato da Scelta Civica per l'Italia

Peraltro, mentre l’assemblea del gruppo a Montecitorio è statutariamente “l’espressione parlamentare di Scelta Civica per l’Italia e dell’Udc” (art. 3), l’assemblea del gruppo a Palazzo Madama è invece statutariamente tenuta a decidere la linea politica “in conformità con le scelte di carattere generale compiute da Scelta Civica per l’Italia” (art. 6). 

Nell’interesse di tutti, vi chiedo perciò cortesemente di rinviare ogni decisione attinente alla composizione e struttura interna dei gruppi a dopo il 15 novembre

Nel ringraziarvi anticipatamente per la disponibilità, vi prego di trasmettere questa lettera a tutti gli eletti che compongono i gruppi parlamentari di Scelta Civica per l'Italia alla Camera e al Senato. 

Cari saluti, 

Alberto Bombassei 
Vicepresidente vicario Scelta Civica



Newsletter
Nome
Cognome
Email
CAP
Uomo
Donna
Scelta Civica
in Parlamento